Sabato 21 giugno, alle 12,52 (ora legale italiana) il Sole entrerà nel Segno del Cancro, attivando il Solstizio d’Estate, il prevalere delle ore di luce diurna, quindi.

E’ interessante che nel momento di grande luminosità dell’estate con il suo desiderio di maggior libertà, giocosità e riposo, il ‘modello perfetto’ della Ruota dello Zodiaco ci proponga, per il Cancro, l’Elemento Acqua, correlato allo stato di ricettività interiore, alla dimensione psichica, interna all’uomo. In più il Cancro è associato all’archetipo materno, al liquido amniotico che protegge il bambino in formazione, alla madre che dà il latte, quindi vita e cura, tenerezza e assistenza.

Il messaggio allora rivolto all’adulto in questo mese è quello di ascoltarsi ‘dentro’, di verificare lo stato di quiete e benessere, o meno, di prendersi cura di sé, delle proprie emozioni: se siano belle e nutritive o inquiete e tossiche.. Sì, perché lo stato positivo, lieto, fiducioso, delle nostre acque interiori potrà costituire il giusto carburante di fiducia e creatività che il nostro Io centrale utilizzerà  al meglio delle sue possibilità.

In estate si cercano la distensione, la distrazione e lo svago, gli antidoti allo stress e alla ripetitività del lavoro, e del quotidiano fin troppo noto e conosciuto; ma è altrettanto utile guardarsi, prima, un attimo, dentro, riscoprire l’intimità con noi stessi, i nostri sogni e desideri più naturali, la capacità di stupirci ancora: questo è il Cancro, messaggero di stati d’animo e di presagi e di memorie antiche. Verranno poi subito dopo, nel prossimo mese, l’esuberanza e l’espressione diretta e libera del Segno di Fuoco del Leone, ma direttamente proporzionali a quella conoscenza interiore e sensibilità ai bisogni veri, dettati dalla coscienza di noi.

Al Cancro si attribuiscono sia l’ora di Mezzogiorno che il Sud: lo Zenit e il calore forte: motivo in più per andare oltre l’evidenza della realtà tangibile e bagnarci nelle acque ristoratici e salutari

della realtà interiore.

“Come in Cielo, così in Terra”: Luce fuori, Luce dentro!

 

Luigi Benedetto Mattei