“Umano, ancora troppo umano.” La società in cui viviamo è la parodia di una vera società.

By |giugno 9th, 2014|

“Umano troppo umano.” Queste parole di una canzone degli ACDC mi ritornano in mente ogni volta che mi fermo a pensare…ecco: mi fermo a pensare. Che cosa strana: oggi. Fermarsi e pensare e, poi, ragionare e, quindi, capire; e persino, (perché no?) comprendere; questo, però, soltanto se siamo di buon umore.
E, dunque, comprendo che la […]

La malattia cronica degli intellettuali italiani

By |giugno 9th, 2014|

Partiamo dal compagno Renzi. Aveva tweettato qualche mese fa: “Fuori la politica dalle banche e fuori le banche dall’editoria.” “Ho detto tutto.” Ha spiegato, come Peppino De Filippo. Ha aggiunto, poi, come Gesù: “Chi ha orecchie per intendere intenda.” Lasciamo stare il fatto di credere che sia lui o meno quello capace di rivoluzionare la […]

La Letteratura come esilio

By |giugno 9th, 2014|

Che la vita fosse altrove qualcuno l’aveva già scritto. Uno in versi e l’altro dando ad un suo bel romanzo proprio questo titolo. Non ve li ricordate? Andateveli a cercare. Sul web (pare) ci sia tutto.
Ma quello che si vuole evidenziare oggi e qui, dentro queste righe, è un aspetto se vogliamo più profondo e […]

La cultura come carburante della mente

By |giugno 9th, 2014|

Un bilancio sulla situazione attuale per ripartire dalla Letteratura.
La cultura di un popolo è il punto di origine da cui emanano la politica e l’economia, conseguono la storia e (aggiungo) la spiritualità del medesimo.  Invertire i termini della questione è più che dannoso, diventa (come sta succedendo) distruttivo.
Se non ci mettiamo in testa la visione […]

La Letteratura consolatoria: un altro psicofarmaco.

By |giugno 9th, 2014|

Credere che la Letteratura debba assolvere solo il compito di intrattenere è come illudersi che la religione abbia qualcosa a che fare con la spiritualità.
La bellezza? Quella che avrebbe dovuto salvare il mondo? Sì, proprio lei. Ma è irriconoscibile. L’hanno massacrata di psicofarmaci. Oggi, triste anche a dirsi, pare idiota.
Continuare a credere che il monopolio […]